Copertina libro Ho incontrato gli extraterrestri

Il libro sopra riportato è un trattato di libera informazione reso disponibile in rete (in formato pdf, epub e mobi) per dare la massima diffusione a una realtà che, mai come in questo momento di crisi dell’umanità, necessita di essere posta alla nostra attenzione.


SCARICABILE GRATUITAMENTE

CIVILTA' EXTRATERRESTRE

alla ricerca delle nostre origini

VII edizione

La pubblicazione di questo sito ha consentito di raggiungere decine di migliaia di persone ed il numero di visitatori che hanno scaricato il libro ha raggiunto numeri assolutamente inaspettati. Abbiamo ricevuto molte email di ringraziamento e di apprezzamento. Vari lettori ci hanno fatto domande, chiesto chiarimenti e dato suggerimenti. Grazie a questi contributi il libro oggi è arrivato alla settima edizione. É un’edizione arricchita e migliorata che, anche grazie ad alcuni filmati, supporta e rende più sostenibile la tesi presentata.

L'ORIGINE EXTRATERRESTRE DELL’UMANITÀ

Nel 1967 è avvenuto quello che riteniamo il più importante e il più attendibile incontro di un terrestre con esseri venuti da altri pianeti. Esso coinvolge 8 abitanti del pianeta Iarga e Adrian Beers (alias Stefan Denaerde), un industriale olandese che si trovava nel Mare del Nord con un veliero di 16 metri, in vacanza assieme alla moglie e i tre figli. L’incontro è avvenuto in seguito all’urto dell’imbarcazione con un disco volante immerso a pelo d’acqua. Si tratta di un incontro voluto e progettato da questi otto rappresentanti del pianeta Iarga, un mondo che fa parte di una confederazione galattica che da millenni ha basi di appoggio stanziate nel nostro sistema solare.

"Ho incontrato gli extraterrestri"

Stefan Denaerde
Edizioni Mediterranee, Roma 1978


Sito Edizioni Mediterranee

Sono centinaia di migliaia i casi ufologici e presunti incontri con alieni registrati a partire dal 1947. Gran parte di questi sono frutto dell’ingenuità, della mitomania e spesso della cattiva fede, per cui nulla hanno a che fare con la presenza extraterrestre. Quindi, studiosi e giornalisti scettici hanno trovato terreno fertile per irridere e smontare la causa extraterrestre. Esistono documentari, libri e siti che si occupano di questi argomenti e che, con scientifica baldanza, esibiscono casi fasulli con l’obiettivo di dimostrare che tutta l’ufologia si basa sul nulla.

È inevitabile e giusto mettere in dubbio e indagare, ma è grossolano ed ingenuo presumere che tutto il fenomeno UFO possa essere ricondotto all’ambito terrestre. L'eminente teologo Corrado Balducci, che non è certamente un uomo di parte, si è interessato ed ha approfondito il fenomeno ufologico rilasciando un'esauriente intervista che in estrema sintesi è così riassunta: "Anche la critica più severa oramai non può esaurire tutte le testimonianze che ci sono circa gli avvistamenti UFO e i fenomeni dei così definiti contattisti".


Uno dei contattisti che ha segnato la storia dell’ufologia e che ha superato indenne gli attacchi di quel mondo scientifico e giornalistico ad essa contraria, è proprio Stefan Denaerde. Partendo dalla sua testimonianza abbiamo individuato un filo logico che attraversa tutta la storia della nostra umanità e che spiega e dimostra come la realtà extraterrestre abbia accompagnato da sempre la nostra umanità.


Un accompagnamento che nasce da un progetto e una precisa strategia. La specie umana, quindi, non è frutto del caso e sulla Terra non si è sviluppata in base alle teorie evoluzionistiche introdotte da Darwin, ma è frutto di un progetto extraterrestre. Questi nostri accompagnatori hanno collocato le loro basi principalmente nelle immense cavità lunari, ma anche su altri pianeti del sistema solare, compresa la Terra, in particolare nelle inaccessibili profondità degli oceani.


Il punto di forza di questo libro è che parte dalle informazioni trasmesse dagli iargani a Stefan Denaerde e mette insieme in modo organico e coerente molti documenti e testimonianze inerenti la storia ufologica, la clipeologia e le religioni.


Chi ha letto questo libro ha confermato di avere trovato le risposte ai tanti quesiti che gli uomini del nostro tempo si pongono nei confronti dell'ipotesi extraterrestre:


  1. Com'è possibile che specie extraterrestri visitino la Terra quando sappiamo che nel nostro sistema solare essa è l'unico pianeta abitabile, e che i sistemi solari più vicini sono distanti anni luce dal nostro?

  2. Se anche fosse vero che gli extraterrestri visitano il nostro pianeta, perché non prendono contatto con noi in modo ufficiale?

  3. La clipeologia sostiene che gli ufo non sono una realtà ristretta al nostro tempo, ma sono segnalati e registrati fin dall’inizio della nostra storia; perché ufficialmente il fenomeno è riconosciuto solo a partire dal 1947?

  4. È vero che ci sono specie extraterrestri del tutto simili a noi e dalle quali noi deriviamo?

  5. È vero che gli extraterrestri per la gran parte delle missioni sul nostro pianeta si servono di umanoidi (robot biologici) programmati e capaci di guidare dischi volanti e di assolvere a compiti complessi, ma che di fatto non sono esseri umani?

  6. È vero che il Signore e gli angeli della Bibbia, che viaggiavano su nuvole luminose, erano extraterrestri? È vero che l’angelo Gabriele era uno di loro e che ha impiantato nel “seno” di Maria un ovulo fecondato di origine extraterrestre? Sulla base di questo, qual è il significato e lo scopo della venuta di Cristo?

  7. È vero che i Vimana erano dischi Volanti? È vero quindi che anche le religioni orientali sono di origine extraterrestre?

  8. Qual è l’obiettivo di questo progetto extraterrestre e quale sarà il destino dell’umanità?

  9. Ci sarà un momento in cui gli extraterrestri si dichiareranno ufficialmente?

Queste sono alcune delle più importanti domande a cui il trattato risponde. Dai riscontri avuti si può dire che le risposte date sono molto serie e credibili.


Pagina successiva